Quali sono le tisane che fanno dimagrire?

Tisane Dimagranti Naturali

Le tisane sono bevande aromatiche associate a molti benefici per la salute.
Vengono create con miscele di frutta secca, fiori, spezie o erbe aromatiche che, una volta poste in acqua calda, tirano fuori gli oli essenziali e altre sostanze salutari.
Si distinguono dal tè poiché in genere non contengono le foglie o i boccioli della pianta specifica di Camelia Sinensis e possono dunque essere consumate anche da chi non tollera o non può assumere sostanze eccitanti come la teina.

Le tisane per il benessere: un rimedio che viene dall’antichità

Le tisane sono utilizzate da secoli per promuovere la salute e il benessere fisico. Gli antichi egizi e i cinesi furono tra i primi popoli ad abbracciare i benefici dei mix di erbe consumati sotto forma di tisane e ci sono prove che queste venissero prodotte già nel 2700 a.C.
Le tisane hanno poi guadagnato popolarità anche in Europa durante il Medioevo e sono state una parte essenziale della medicina tradizionale per molti secoli.
Preparare una tazza di tisana calda è un modo semplice e delizioso per migliorare la salute. Sono ricche di antiossidanti, vitamine e minerali che possono giovare non solo al corpo ma anche alla mente e all’anima. Sono versatili e possono essere consumate come bevande rinfrescanti in estate o calde in inverno, sono dunque un’ottima opzione per tutte le stagioni.

Tra i tantissimi benefici del consumo di tisane troviamo anche la perdita di peso. Le tisane sono infatti povere di calorie e aiutano a velocizzare il metabolismo, aumentando la combustione dei grassi e sopprimendo l’appetito. Sebbene non esista una scorciatoia per la perdita di peso, la tisana offre un valido aiuto per un dimagrimento sicuro e graduale.

Le tisane come aiuto in una dieta dimagrante

Diversi studi hanno dimostrato che bere una tisana al giorno può disintossicare il corpo, a condizione di usare il giusto mix di erbe.
Le miscele di erbe che si possono creare per aiutare a mantenere il benessere del nostro corpo sono tantissime. Le Tisane di Zahara offrono un valido supporto alla dieta e sono studiate apposta con ingredienti mirati alla riduzione dei grassi.
Tra le migliori tisane per il dimagrimento ci sono sicuramente la Tisana Giorno, la Tisana “Notte Erbe”, la Tisana “Brucia Forte Erbe” e Cellulix Té”.

Vediamo gli ingredienti principali per ogni miscela per capire come agiscono.

Tisana Giorno

Questa tisana da assumere durante il giorno è leggera e dal gusto delicato. Tra gli ingredienti principali troviamo il gambo di ananas, la centella asiatica e le foglie di Matè.
L’ananas contiene bromelina, un enzima proteolitico che aiuta la digestione e facilita la formazione di massa muscolare magra. In particolare, i suoi benefici si notano a livello di adiposità addominale. L’ananas è anche ricco di antiossidanti, fibre e acqua che mantengono pieni e idratati allo stesso tempo. Quando il corpo è adeguatamente idratato infatti frena l’appetito e impedisce le abbuffate.
La centella asiatica è diuretica e permette dunque di evitare l’accumulo di liquidi nell’organismo, riducendo il gonfiore. Questa pianta aiuta anche a controllare l’ansia, un fattore che interferisce con la perdita di peso in quanto molte persone tendono a mangiare cibi dolci o grassi quando sono stressate.
In ultimo, l’erba Matè ha dimostrato di contribuire direttamente al processo di combustione dei grassi e di utilizzare al meglio le riserve di colesterolo e lipidi, grazie alle sue saponine cardioprotettive.
Questo tipo di erba, per il suo contenuto minimo di sodio, ha proprietà diuretiche e depurative del tutto naturali che migliorano le prestazioni renali e l’eliminazione delle urine.

Tisana “Notte Erbe”

Tra i principali componenti di questa tisana da assumere la sera troviamo le foglie di betulla, i frutti del finocchio e la radice di liquirizia.
Le foglie di betulla sono comunemente usate in Europa e Nord America per scopi medicinali. L’uso tradizionale della betulla è quello di aiutare a rimuovere le scorie metaboliche dal sangue, dai muscoli e dalle articolazioni.
Il finocchio invece è utile specialmente per l’apparato digerente. Fornisce molti benefici nel trattamento dell’indigestione e dei problemi gastrici, contiene minerali come calcio, ferro, potassio, sodio. Questo vegetale è anche una ricca fonte di fibre che aiutano a rimanere sazi più a lungo, prevenendo ulteriormente le voglie e l’eccesso di cibo con conseguente perdita di peso.
Troviamo poi la radice di liquirizia, ricca di flavonoidi, che ha dimostrato di esercitare un’azione anti-obesità regolando l’attività enzimatica coinvolta nella deposizione e scomposizione dei grassi.
Inoltre, le proprietà ipoglicemizzanti della liquirizia possono aiutare a tenere sotto controllo il diabete legato all’obesità, aiutando a mantenere un equilibrato metabolismo dei carboidrati.

Tisana “Brucia Forte Erbe”

Questa tisana può essere sorseggiata durante il giorno e ha un effetto non solo dimagrante ma anche energizzante grazie a ingredienti come i semi di guaranà, i semi di caffè verde e soprattutto la radice di ginseng.
Il guaranà è una pianta tropicale originaria della foresta amazzonica ed è un ingrediente molto diffuso nella composizione delle bevande energetiche. È stato dimostrato che il guaranà stimola il tessuto adiposo bruno, che è metabolicamente attivo, aumentando il consumo di energia, la regolazione degli ormoni e una diminuzione della resistenza all’insulina.
L’estratto di caffè verde in grani è un popolare integratore per la perdita di peso, per il miglioramento della pressione sanguigna e dei livelli di colesterolo. Questi effetti derivano dalle proprietà antiossidanti attivi nei semi di caffè non tostati.
Infine, la radice di ginseng produce un effetto energizzante molto interessante quando si tratta di sport e routine di allenamento, due fattori alla base di un buon piano di perdita di peso. Questa radice riduce l’affaticamento dopo l’attività fisica, permettendo sessioni di allenamento più lunghe. La sensazione di sazietà è un altro degli effetti più diretti della radice di ginseng sul dimagrimento.

“Cellulix Té”

Questa tisana è pensata specificamente per le persone che soffrono di ritenzione idrica. Gli ingredienti di punta scelti sono il Fucus Tallo, la radice di Tarassaco e l’Equiseto.
Il Fucus è stato studiato in particolare per le sue proprietà antidiabetiche e per l’influenza che ha sui livelli ormonali. Le persone usano il Fucus per i disturbi della tiroide, l’obesità, l’invecchiamento della pelle, la stitichezza e molte altre condizioni.
Il Tarassaco – o più comunemente conosciuto come dente di leone – inibisce un enzima rilasciato durante la digestione per combattere le cellule adipose. La pianta è anche nota come diuretico e aiuta molto efficacemente a ridurre il gonfiore. Storicamente, è stato anche usato per migliorare l’appetito, lenire piccoli disturbi digestivi e alleviare la stitichezza.
L’equiseto in ultimo è noto per i flavonoidi, i fitosteroli, le vitamine e i minerali che contiene. Anche questa erba ha proprietà diuretiche, disintossicanti e antinfiammatorie.
In particolare, il silicio presente in alte percentuali contribuisce all’eliminazione delle scorie metaboliche e conferisce un effetto depurativo al corpo umano, aiutando a bruciare efficacemente i grassi e a sentirsi più sgonfi.

Noleggia il tuo scooter all’Isola d’Elba

Noleggio scooter Isola d'Elba

Il fascino dell’Italia è indubbiamente noto ai turisti provenienti da tutto il mondo, grazie alle molteplici mete turistiche, balneari, storiche ed artistico-culturali disseminate lungo tutto il territorio del Bel Paese.
Oltre alle località sulla terraferma, il nostro caro e amato Paese è dotato di bellissime isole, arcipelaghi in grado di donare ai viaggiatori una varietà pressoché infinita di paesaggi mozzafiato, tra mare, montagna e percorsi fatti apposta per girare su vari mezzi di trasporto.
Una di queste è senz’altro l’Isola d’Elba, patrimonio naturalistico e culturale di una certa rilevanza.
Non tutti sapevano, però, che l’isola è visitabile anche solo percorrendola mediante un veicolo di terra, come l’auto o lo scooter: in che modo?
Perché è emozionante farlo? Qual è un’opzione valida per girare l’Elba in scooter?
Analizziamo questo ed altro in questa breve ma dettagliata guida turistica!
Immergiamoci subito!

Perché girare l’Elba in moto?

L’Isola d’Elba si presta particolarmente ad un tour esplorativo in moto o in scooter: come facciamo a dirlo?
Semplicemente grazie alla presenza di parecchi tornanti, litoranee e strade costiere che passano attraverso alcune cittadine e località più o meno note e che permettono di godere di panorami a dir poco mozzafiato.
Le coste frastagliate intervallate da dolci colline e rilievi particolarmente ripidi e insidiosi possono contribuire nel rendere l’esperienza gratificante e al contempo emozionante, lontana anni luce da un semplice trasporto in auto che si limita a raggiungere le singole località senza il gusto di goderne il viaggio.
D’altronde, ogni vacanza ha bisogno della giusta dose di spensieratezza e di avventura per poter rimanere scolpita nel cuore e nei ricordi!
Quali sono alcuni itinerari da fare in scooter?

Come girare l’Elba in moto?

Innanzitutto, per poter organizzare al meglio l’avventura su due ruote in tutto il territorio dell’Isola d’Elba, è necessaria un’attenta e accurata pianificazione degli itinerari esatti.
Uno su tutti è l’Anello Occidentale dell’isola, itinerario lungo circa 40 km che percorre il versante ovest dell’isola in modo pressoché circolare; nello specifico, è possibile partire da Marina di Campo in direzione Fetovaia, magari fermandosi a Cavoli per una sosta bagno nell’omonima spiaggia nota ai più per essere una località centrale della movida elbana.
Costeggiando la costa e ammirando panorami mozzafiato nonché scogliere a strapiombo sul mare, si procede verso Pomonte, per poi salire su sino a Marciana: qui il panorama si fa sempre più alto e spettacolare, dato che è possibile godere di una vista incantevole su tutta la vallata sottostante e sul mare, attorniati da castagni e ambienti prettamente montani.
Dopodiché, l’ebbrezza di ripartire percorrendo la strada tutta in discesa è da sperimentare, sempre con la massima prudenza per via dei tornanti e delle curve a gomito molto frequenti lungo questo percorso.
L’itinerario sull’Anello Occidentale potrebbe concludersi a Marciana Marina, ridente località nella quale passeggiare sul lungomare e respirare a pieni polmoni l’atmosfera elbana e le sue tradizioni storiche.
Un secondo possibile giro da percorrere in moto o in scooter è quello che parte da Porto Azzurro e arriva a Cavo, percorso composto da diverse strade litoranee e interne in grado di regalare un’ampia varietà di panorami.
Guidando verso Rio Marina una volta usciti da Porto Azzurro, si riscontreranno varie curve e rettilinei che costeggiano la costa; da qui, per circa 8 km, di snoda una statale che arriva sino a Cavo, dalla quale godere di una bellissima vista che, nelle giornate più terse, permette di scorgere anche la costa continentale toscana.
Qual è una valida opzione per girare per l’Isola d’Elba in scooter?

GoElbaRent: un’opzione per rendere il viaggio indimenticabile

GoElbaRent è un servizio di noleggio auto, scooter e e-bike che consente, grazie al sito web ufficiale, di noleggiare il veicolo che si desidera in pochissimi click e impiegando pochissimi minuti.
Sarà sufficiente, infatti, scegliere le date nelle quali si è pensato di visitare l’isola, prenotare il veicolo scelto che maggiormente si confà alle proprie esigenze e ritirarlo nel punto che si desidera, grazie alla disponibilità degli operatori al servizio del cliente.

Perché proprio lo scooter di GoElbaRent?

Il servizio di noleggio GoElbaRent offre ai turisti la possibilità di noleggiare gli scooter Symphony 125, perfetti per partire all’avventura e alla scoperta delle località balneari e delle cittadine sparse nel territorio elbano.
I loro punti di forza, come la funzionalità, la leggerezza, la capienza massima e la loro componente eco-friendly, rendono piacevole le gite tra le stradine dell’isola e tra le spiagge più remote.
L’ampio baule, le luci a LED e un sotto-sella spazioso non fanno che agevolare il turista, permettendogli di preservare i suoi effetti personali in totale sicurezza.
Inoltre, last but not least la polizza assicurativa integrata al noleggio degli scooter, la quale copre gli eventuali danni che potrebbero occorrere al mezzo.
Pertanto,  noleggia il tuo scooter all’Isola d’Elba con GoElbaRent e parti all’avventura per un viaggio su due ruote indimenticabile!

Quali saranno i vantaggi del 5G?

5G

Cos’è il 5G

Il 5G, noto anche come quinta generazione, consiste in una tecnologia ancor più avanzata per gli smartphone e già introdotta in commercio dal 2019 a livello globale. La tecnologia in questione mira a rendere più veloce ed efficiente la navigazione su Internet, consentendo agli utenti di ottimizzare le loro esperienze, quali: videochat, streaming, gaming e ulteriori.
Il programma del Decennio Digitale Europeo ha posto come obiettivo di raggiungere una copertura totale con il 5G di tutti i paesi europei entro l’anno 2030. La tecnologia in questione offre svariati vantaggi, i quali verranno presentati di seguito.

Performance del 5G

La tecnologia di quinta generazione è stata creata al fine di risultare maggiormente veloce ed efficiente per la navigazione su Internet, così da migliorare le esperienze digitali. Grazie al 5G sarà quindi possibile ottenere degli upload e download ancor più veloci, oltre a un consumo energetico minore e a una stabilità di rete migliorata. Il 5G è quindi adeguato per migliorare le performance degli smartphone e di ulteriori dispositivi, e potrà ottimizzare esperienze come il gaming, lo streaming e la realtà aumentata.

Impatto sostenibile

Un ulteriore vantaggio dato dal 5G consiste nel suo basso impatto ambientale. L’Unione Europea infatti si sta impegnando da svariati anni nel rendere la tecnologia più eco-friendly e utilizza maggiori energie rinnovabili e verdi, volte a diminuire in maniera significativa le emissioni di anidride carbonica nei seguenti settori: manifatturiero, agricolo, trasporto, servizi pubblici, edilizia. Il 5G, se diffuso su tutti gli stati europei come da programma, potrebbe garantire dei grandi benefici per l’ambiente e per un futuro rinnovabile.

Sviluppi futuri

Infine, il 5G rappresenta un ottimo vantaggio in quanto consentirà un maggiore sviluppo nell’industria e nel prossimo futuro. La tecnologia attuale è già in fase di rinnovamento e col passare degli anni si mirerà a utilizzare la tecnologia di quinta generazione in diversi ambienti e non solo industriali, ma robotico, medico e ulteriori. Così facendo sarà possibile rendere più efficaci, semplici e automatici i vari processi di produzione.

I migliori spot per pescare a surf casting in Toscana

Spot surf casting al tramonto

La pesca è uno sport che in Toscana è molto popolare e grazie alle caratteristiche del territorio è possibile praticarla in torrente, fiume, lago e mare.
Una delle tecniche più utlizzate in mare è il Surf Casting, che vanta molti proseliti e appassionati.

Cos’è il surf casting

Questa specialità di pesca in mare è originaria del territorio americano ed è stata introdotta in Italia alla fine degli anni ottanta, grazie all’impegno di alcuni pescatori che hanno adeguato la tecnica alle caratteristiche locali.
La versione oltreoceano di questo sport basa la sua attività sulla presenza di grossi predatori che seguono i pesci grufolatori durante il meccanismo di escursione della marea; in Italia tale meccanismo non è sufficiente per creare un tale comportamento dei pesci; si è notato che le onde generano un comportamento simile, quindi questa tecnica si applica in presenza di motto ondoso. Le prede che fanno eccezione e che sono pescabili comunque sono i saraghi, le orate e le razze.

Caratteristiche del surf casting

Di tutte le tecniche di pesca in mare, questa si distingue per la sportività e la percentuale piuttosto alta di insuccessi, dal momento che i suoi risultati sono strettamente legati alla bravura nel distinguere il momento giusto durante la battuta di pesca, che è determinato da fattori come la liberazione del nutrimento che fa da esca alle prede e che può accadere all’interno di una finestra temporale variabile.

Quali sono i migliori spot per pescare a surf casting in Toscana

La sinergia tra le caratteristiche del territorio toscano e quelle di questa tecnica permettono di praticare questo sport marino in più spiagge dela regione; tuttavia le migliori, sulla base delle esperienze degli appassionati che vi si dedicano, sono:
– Torre del Lago Puccini: pur vantando molti buoni luoghi per fare surf casting, il miglior posto è la foce della Bufalina.
– Follonica: in questo caso le zone più adatte per questo tipo di pesca è rappresentato dalle scogliere presenti lungo il litorale della città;
– Baratti: la spiaggia, lunga circa un chilometro, rende questa frazione di Piombino (LI) un ottimo luogo dove esercitare questa tecnica.
– Gianella: ottimo posto non solo per praticare il surf casting ma anche per godere delle bellezze naturali come la laguna di Orbetello.

Consigli per risparmiare sulla bolletta della luce

Sorpresa bollette care

Una parte consistente delle spese di una famiglia è rappresentata dalla bolletta della luce. Questo significa che occorre porre in essere degli accorgimenti per poter abbassare l’importo di questa importante voce familiare.

Perché risparmiare sulla bolletta della luce

Ovviamente la motivazione principale che spinge al risparmio di energia elettrica è diminuire l’incidenza di questa spesa sull’equilibrio economico della famiglia.
Insieme a questo però, non è da sottovalutare la salvaguardia ambientale: se si consuma meno energia occorre produrne di meno, quindi si sfruttano in minor misura le risorse utilizzate per generarla; questo porta a pesare meno sul pianeta, dando vita a un ciclo virtuoso che comprende la riduzione dell’emissione dei gas serra (CO2, metano) nell’atmosfera e la maggiore durata delle
riserve energetiche stoccate.

Come risparmiare sulla bolletta della luce

È possibile agire su due fronti per soddisfare la necessità di risparmio energetico:

  • abitudini di consumo: fermo restando le proprie necessità, non bisogna lasciare apparecchi elettrici accesi in stanze dove non c’è nessuno che li utilizza; occorre sostituire le lampade a incandescenza con la tipologia a LED o comunque a basso consumo; il condizionatore dovrà essere regolato in modo da non avere eccessivi sbalzi di temperatura tra esterno e interno;
  • efficienza energetica degli utilizzatori: le apparecchiature acquistate dovranno appartenere a una classe di consumo (che si può evincere dall’etichetta posizionata sull’utilizzatore stesso) il più elevata possibile (più è alta la classe, meno l’elettrodomestico consuma);

Cambiare fornitore per risparmiare sulla bolletta della luce

Altro fronte sul quale un nucleo familiare si può muovere per ottimizzare la spesa relativa all’energia elettrica è il cambio di fornitore; complice il fatto che dal 01 gennaio 2024 ci sarà la chiusura del mercato a maggior tutela relativo all’energia, è possibile scegliere la tariffa più conveniente grazie al gran numero di aziende che appartengono al mercato libero.

Come abbiamo visto, gli strumenti per abbassare l’importo della bolletta della luce ci sono: basta solo applicarli, per il proprio interesse e per quello dell’intera comunità.

Come scegliere una borsa in pelle

Donna con borsa in pelle

La borsa non è un semplice accessorio ma rappresenta un elemento essenziale dell’outfit femminile, oltre a essere uno strumento importante di cui una donna non può fare a meno. Una borsa di pelle è la soluzione migliore per tutte le occasioni.

Perché scegliere una borsa in pelle

Gli accessori moda sottolineano la propria personalità e ognuno di essi ha la sua importanza e durata.
Una borsa in pelle, grazie alle sue caratteristiche, riesce ad assolvere il proprio compito nel modo migliore e per molto tempo.
Le proprietà principali che rendono essenziale questo complemento della moda femminile sono:

  • resistenza: la robustezza e l’elasticità della pelle forniscono una resistenza senza pari, in qualsiasi situazione di utilizzo; inoltre è antimacchia e antiallergica, quindi la si può usare con grande disinvoltura in ogni occasione;
  • qualità: le proprietà della pelle sono tali che la manifattura nella creazione delle borse deve essere necessariamente di alto livello: occorre particolare attenzione e maestria per poter manipolare e adattare allo scopo questo materiale naturale;
  • versatilità: una borsa in pelle può essere abbinata praticamente a tutto, anche perchè è sempre di moda e il suo fascino non tramonta mai;

Come scegliere una borsa in pelle

Quando si effettua la scelta di questo tipo di complemento, oltre al gusto personale, è necessario prestare attenzione ad alcuni fattori, ad esempio alla superficie della pelle, che non deve avere tracce di stress, danneggiamenti o graffi; le cuciture devono essere fatte a regola d’arte, senza sfilacciamenti o imperfezioni che possono portare a un successivo cedimento; il profumo di pelle deve essere leggero.
Inoltre occorre valutare l’utilizzo che la borsa in pelle dovrà sostenere, per scegliere le corrette dimensioni.

I modelli più comuni di borse in pelle

Un aspetto della versatilità di questo accessorio è la possibilità di soddisfare vari tipi di necessità, subordinatamente alla forma e volume; questo porta alla loro produzione in diversi modelli: da shopping, da spalla, da passeggio, da sera o per occasioni eleganti;

Una donna deve avere almeno una borsa in pelle nell’armadio, per poter affrontare senza difficoltà le necessità giornaliere e per sentirsi in sintonia con la sua personalità.

Le tisane dimagranti funzionano?

Tisane dimagranti

Le tisane dimagranti sono ottime alleate per poter perdere peso in modo naturale, unitamente a un’alimentazione bilanciata, un corretto stile di vita e attività motoria non eccessivamente pesante.

Cosa sono le tisane dimagranti

Sono una miscela di erbe, semi, fiori o radici che, agendo sulla velocità del metabolismo, permettono di bruciare il grasso in eccesso, supportano la digestione e, in alcuni casi, aiutano a fare diminuire l’appetito, aumentando la produzione di serotonina.
Il metodo di preparazione può essere per macerazione, infusione o decozione e dipende dalla loro composizione, che può variare a seconda dell’obiettivo che si prefiggono.

Quali sono gli ingredienti delle tisane dimagranti

I principali ingredienti che compongono un’efficace tisana dimagrante sono: carciofo, finocchio, malva, menta, pilosella, sambuco, tarassaco, tè verde e zenzero. Ciò che accomuna tutti questi elemnti è il loro effetto depurativo e antinfiamatorio, mentre singolarmente hanno proprietà mirate a ottenere un particolare effetto: ad esempio il finocchio è ricco di fibre e induce sazietà; il sambuco è diuretico e lassativo; il carciofo contiene acido clorogenico che ha effetti dimagranti.

Le tisane dimagranti funzionano?

Queste preparazioni hanno un’indubbia utilità, dal momento che le proprietà degli elementi in esse presenti le rendono in grado di assecondare varie funzioni dell’organismo.
Tuttavia, al fine di renderle efficaci occorre assumerle in modo costante e devono essere sempre considerate un ausilio a un regime alimentare bilanciato e a uno stile di vita sano e senza eccessi; è bene specificare che da sola una tisana dimagrante ottiene un effetto drenante, che singolarmente non è sufficiente per garantire un effetto rilevante.
Inoltre è consigliabile fare riferimento a un professionista (erborista, farmacista, medico) per farsi consigliare sugli elementi che, nel caso specifico, devono costituire la base della preparazione da assumere.

Le tisane dimagranti con le caratteristiche desiderate, possono essere acquistate già pronte, preparate da un erborista oppure realizzate in casa, utilizzando gli ingredienti voluti e seguendo in modo corretto le istruzioni per la loro preparazione.

Quali sono le pizzerie più costose in Italia?

La tradizione italiana, si sa, ha origini millenarie: il nostro amato Bel Paese, infatti, nel corso dei secoli si è fatto conoscere non solo per l’incredibile quantitativo di patrimoni di immenso fascino storico ed artistico-culturale, ma anche per le sue specialità in campo eno-gastronomico.
Una di queste è senza ombra di dubbio la pizza, cibo consumato in qualsivoglia angolo del pianeta.
Tuttavia, in tutto il territorio italiano sono ormai consolidate numerose pizzerie in grado di fornire alla clientela pizze dalla spiccata originalità corredate da prezzi esorbitanti!
In questa breve guida, pertanto, prendiamo in esame le 3 pizzerie con il più alto prezzo in Italia dando brevi cenni sulla loro originalità.

1. Pizzeria Sirani (Brescia)

Questo locale di food experience si propone di mettere a disposizione dei clienti un’ampia scelta in termini di colazione, pranzo e cena; tuttavia, a stupire è proprio la carta delle pizze, la quale contiene quella che, attualmente, risulta essere la pizza più costosa d’Italia denominata “4+4”, nome che proviene dalla sua composizione a base di scampi, gamberi, focaccia e pinzimonio.
Il prezzo finale si aggira sui 95 € grazie alla rarità e alle dimensioni notevoli dei gamberi carabineros impiegati.

2. Corte dei Medici (Catania)

Il secondo posto di questa specialissima classifica spetta di diritto alla Pizzeria Corte dei Medici di Catania, la quale sforna giornalmente la Antonius Musa, pizza che, oltre ai classici ingredienti come mozzarella e pomodoro, vede l’aggiunta di caviale, uova di salmone, panna acida e una spolverata d’oro alimentare a 23 carati, facendo lievitare il prezzo a circa 44 € e dando spazio alle critiche sulla diatriba riguardante la composizione che dovrebbe assumere la classica pizza per rispettare i vecchi canoni tradizionalisti napoletani.

3. I Tigli (Verona)

La medaglia di bronzo per la pizzeria più costosa d’Italia va attribuita senza dubbio alla pizzeria veronese I Tigli; tale locale, infatti, vanta la collaborazione dello chef Simone Padoan, da sempre alla ricerca di innovazione e di rinnovamento di piatti tradizionali in alta cucina gourmet.
Il suo tocco è fin troppo evidente dalla pizza degustazione con ceviche di gambero rosso, focaccia al mais e finocchio all’arancio, senza dimenticare l’apporto fornito dalla burrata: il suo prezzo si assesta sui 37 €, ben lontano dai tetti toccati dai suoi precedenti concorrenti ma comunque meritevole di far parte di questa top 3!

Le isole più belle per trascorrere le vacanze in Italia

Il nostro caro e amato Bel Paese è da sempre teatro di patrimoni artistico-culturali, storici, tradizionalistici e soprattutto paesaggistici di notevole rilievo internazionale.
Infatti, oltre alle bellezze del continente, l’Italia è letteralmente costellata da numerose isole in grado di regalare ai turisti panorami mozzafiato!
Pertanto, quali sono alcune delle isole italiane assolutamente da visitare almeno una volta nella vita?
In questa breve guida, cerchiamo di analizzarne alcuni esempi, fornendo una breve panoramica su ognuna di esse.

1. Isola d’Elba

Una delle perle insulari dell’intero territorio italiano è senza ombra di dubbio l’isola d’Elba, isola di spicco dell’Arcipelago Toscano.
La varietà di paesaggi che essa è in grado di offrire è stupefacente: in pochi chilometri quadrati, infatti, l’Elba regala montagne e colline fino a giungere a meravigliose spiagge, a località balneari e a borghi caratteristici, come Portoferraio e Porto Azzurro, dove deliziarsi in lunghe passeggiate sul lungomare per poi sostare in ristorantini vista mare nei quali regalarsi una cena a lume di candela.

2. Ischia

Come non citare una delle isole maggiormente ricercate a livello internazionale, Ischia, noto centro termale in grado di fornire spiagge e calette dal mare turchese e sabba finissima, come la Baia di San Montano o la Baia dei Maronti.
Oltre al turismo marino, Ischia regala ai turisti punti di importante interesse culturale, come il Castello Aragonese, il quale domina l’intera isola, i Giardini Termali Poseidon, le Terme di Castiglione e molte altre località che lasciamo scoprire a voi!

3. Capri

A pochissime miglia nautiche da Ischia sorge Capri, eterna bellezza naturalistica da sempre ricercata ed estremamente ambita da turisti provenienti anche dalle più remote zone del pianeta!
Basta citare attrazioni come la Grotta Azzurra, Villa Jovis, Anacapri, la piazzetta di Capri o il celebre Grand Hotel Quisisana per far tornare alla mente le motivazioni che dovrebbero guidare il turista a scegliere l’isola flegrea per eccellenza come meta delle prossime vacanze estive.
Il mare che funge da virtuale perimetro dell’intera isola è di un colore paradisiaco, il che conferma l’idea secondo la quale Capri sia davvero permeata da un’atmosfera celestiale, quasi eterea, nella quale dare adito alle più sfrenate voglie di shopping e di vita mondana grazie ai numerosi locali che costellano le vie dello shopping del centro cittadino!

Servizi online per trovare lavoro

Oggigiorno, il web mette a nostra disposizione un’ampia gamma di possibilità nonché di servizi utili in qualsivoglia settore della vita quotidiana.
Uno di questi è senza dubbio quello lavorativo: negli ultimi anni, infatti, sono nate diverse piattaforme specificatamente adatte a trovare lavoro.
Quali?
In questa breve guida cerchiamo di fornire una breve panoramica in merito, citando i più rinomati servizi online per trovare lavoro e descrivendo il loro funzionamento!

1. InfoJobs

Una delle piattaforme di rilievo è sicuramente InfoJobs, sito web che rende la ricerca dell’attività lavorativa adatta alle proprie esigenze molto mirata, semplice ed intuitiva, grazie ai numerosi filtri applicabili e riguardanti molteplici aspetti.
Lo scopo principale di tale servizio online è quello di mettere in comunicazione il candidato in cerca di lavoro con il datore di lavoro o l’azienda tramite la possibilità d’inserimento del proprio Curriculum Vitae, il quale sarà oggetto di approfondito studio da parte della piattaforma nonché dell’attività lavorativa in cerca di nuove assunzioni, il tutto favorito da una grafica semplice ed intuitiva.

2. Indeed

Un’ulteriore servizio online per trovare lavoro è senza dubbio Indeed: alla sua nascita, l’obiettivo della piattaforma era quello di fornire meramente agli utenti annunci di lavoro.
Tuttavia, grazie alla sua espansione, essa ha creato una vera e propria bacheca interattiva di annunci totalmente gratuita: basta, infatti, una semplice iscrizione, caricare il proprio CV, ricercare gli annunci che maggiormente interessano per poi salvarli nell’apposita sezione dei preferiti e candidarsi a quelli che si ritiene congrui alla soddisfazione delle proprie esigenze.
Oltre a ciò, la piattaforma mette a disposizione anche dei feedback rilasciati da dipendenti, in modo tale da fornire un quadro chiaro all’utente che si sta approcciando per la prima volta al servizio online.

3. Come non citare, in ultima analisi, Linkedin, celebre e storica piattaforma social contenente una bacheca solitamente colma di annunci di lavoro; il suo obiettivo è quello di riassumere la storia lavorativa e le competenze dell’utente che vi si iscrive tramite la configurazione di quello che risulta essere a tutti gli effetti un Curriculum, in modo da attirare i recruiter nel contattare i profili che possiedono maggiori competenze.
Il tutto viene fornito in maniera del tutto semplice anche grazie alla messa a disposizione di vari strumenti di personalizzazione del proprio Curriculum, nonché della bacheca da visualizzare ad ogni accesso e dalla possibilità di avvalersi della versione Premium che consente di facilitare la ricerca del lavoro.